Regola di Taizé

O Signore, per vivere Te in mezzo agli uomini, 
uno dei più grandi rischi da prendere 
è quello di perdonare, 

di dimenticare il passato dell'altro. 
Perdonare e ancora perdonare, 
ecco ciò che libera il passato 
e immerge nell'istante presente. 
Amare è presto detto. 
Vivere l'amore che perdona, 
è un'altra cosa. 
Non si perdona per interesse, 
non si perdona mai perché l'altro 
sia cambiato dal nostro perdono. 
Si perdona unicamente 
per seguire Te. 
In vista del perdono oserei pregarti, o Gesù, 
con la tua ultima preghiera: 
Padre, perdona loro, 
perché non sanno quello che fanno. 
E questa preghiera 
ne farà nascere un'altra: 
Padre, perdona me, 
perché così spesso anch'io non so ciò che faccio. 
Fa' che sappia ricominciare sempre di nuovo 
a convertire il mio cuore: 
per essere testimone di un avvenire